Pittori

 

Artigiani

 

Scultori

   

 

                         

                    

                                                                                                      

 

SPORTELLO LINGUISTICO

 

 SPEZZANO ALBANESE

     

Via Nazionale, 284 (87019) Spezzano Albanese (Cs) Italy      T.:+39 / (0)981/953.284 e.mail: sl.spezzano@virgilio.it

arte ed artigianato

   

Se sei di Spezzano e vuoi essere inserito in questa pagina scrivici o vieni a trovarci.

 

A Spezzano di uomini dotati di estro artistico e culturale se ne potrebbero elencare svariati e tutti di un certo livello, tra i tanti si è ritenuto opportuno  citare il noto pittore d’arte moderna Pino Chimenti, le cui opere attirano l’interesse degli esperti e vengono spesso esposte nelle gallerie d’arte più importanti come quella di New York.

Ma certamente meritevoli di essere citati sono Antonio Lupinaro, pittore e scultore e Luigi Amato (1898-1961).  Quest’ultimo si distinse egregiamente come pittore nella prima metà del ’900 mostrando il suo talento artistico già da giovanissimo, mentre successivamente, intorno agli anni ’20, si impose come ritrattista riscuotendo grandi consensi e riconoscimenti. All’età di 40 anni si trasferì in Inghilterra dove fu molto apprezzato dalla critica locale per via dei suoi raffinati oli su tela raffiguranti soggetti dell’alta società britannica.

In ambito culturale tra coloro che si dilettano a comporre versi, ricordiamo Francesco Fusca, Giuseppe Montone, Annamaria Basile, Vincenzo Rimola ed altri che hanno già pubblicato varie collane. Inoltre l’attività culturale ed artistica a Spezzano negli ultimi anni ha ricevuto un impulso molto significativo e diverse sono state le manifestazioni che l’hanno vista protagonista, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, allorquando nelle principali piazze del paese sono allestiti appositi stand dove è possibile esibire e quindi ammirare quanto è stato realizzato e prodotto dagli artisti locali i quali svolgono l’attività per lo più a livello amatoriale. Dunque è proprio a loro che si è voluto riservare uno spazio maggiore nelle pagine successive.

(Antonio Lupinaro)

    Home page